Salta al contenuto

eAppaltiFVG per SA

Il nuovo Codice dei Contratti, il 18 ottobre 2018, ha introdotto l’obbligo di utilizzo di mezzi telematici per le Stazioni Appaltanti negli scambi di informazioni (comunicazioni e offerte di gara) relative alle procedure di affidamento (Artt. 40 e 52 del D.Lgs. 50/2016).

La Regione mette a disposizione di tutte le Stazioni appaltanti del territorio, a titolo gratuito, la piattaforma di negoziazione eAppaltiFVG che garantisce il rispetto dell’integrità dei dati e la riservatezza delle offerte nelle procedure di affidamento ai sensi degli obblighi introdotti dal Codice dei Contratti.

In questo modo tutte le Stazioni appaltanti, in particolare le più piccole, anche riunite in Cuc, che non hanno le risorse per creare una propria piattaforma di e-procurement sono garantite nel poter svolgere le proprie procedure in termini di legge.  

 

Per utilizzare la piattaforma  

Per poter utilizzare la piattaforma regionale una Stazione appaltante deve inviare richiesta di accreditamento alla seguente casella email 

Le sarà richiesto di compilare un modulo preformattato dove specificare le informazioni generali dell'Ente, le unità organizzative (centri di costo SIMOG), i RUP, gli operatori da abilitare con i vari profili.

Scarica il modulo preformattato e il relativo manuale alla compilazione.

 

Formazione all'uso della piattaforma  

All'interno dell'Accademia digitale FVG la Regione finanzia dei corsi di formazione sull'uso dei vari moduli che compongono la piattaforma regionale di e-procurement. Clicca QUI per vedere l'elenco dei prossimi corsi.

Inoltre, una volta accreditati, nel proprio cruscotto utente sono disponibili i manuali completi oltreché delle video pillole esplicative delle varie funzioni.

 

Supporto all'uso della piattaforma 

il supporto nell'utilizzo della piattaforma può essere chiesto ai seguenti recapiti

1) alla mail "accreditamento enti" specificata sopra;

2) al numero verde 800.098.788 con post-selezione 7;


Per un supporto di tipo tecnico-giuridico relativo a servizi e forniture è possibile rivolgersi alla consulenza della CUC